martedì 24 aprile 2018

Recensione di "Un altro giorno ancora" - Bianca Marconero

Cari visitatori della Tana, 
è con molta gioia che oggi vi parlo di Un altro giorno ancora, nuovo romanzo di Bianca Marconero che ho terminato qualche giorno fa.

Il libro è uscito lo scorso 19 Aprile per Newton Compton nella collana First e conta 381 pagine. Il prezzo del cartaceo è di € 6,90, mentre l'ebook costa € 1,99. Potete acquistarli su Amazon a questo link.

TRAMA
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l'equitazione. L'esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un'inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate... Una storia sull'amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.

LA MIA OPINIONE
Una volta mia mamma mi ha detto che se non legge romanzi d'amore è perché le sembrano tutti uguali. 
D'altronde è vero, tutte le storie d'amore si assomigliano un po' e dentro c'è sempre qualche cliché. Ma la particolarità delle storie che scrive Bianca sta nel come le racconta.

Elisa, 19 anni e una passione per l'equitazione che porta praticamente nel DNA, sta per raggiungere un traguardo molto importante: dopo una vittoria ai campionati regionali, è pronta ad acquistare Omnia Sparkle, il cavallino che ha curato e addestrato per più di un anno.  I risparmi di un'intera stagione di lavoro le permetteranno finalmente di averlo tutto per sé.
Certo però Elisa non ha messo in conto che il proprietario del maneggio e anche di Sparkle è interessato soltanto ai soldi e quando riceve un'offerta più alta, non ci pensa due volte a cederlo ad Andrea Serpieri, un altro allievo del maneggio che è arrivato ad offrire una cifra molto al di sopra di quella di Elisa.
Andrea ha rovinato il sogno e le speranze di Elisa, quindi lei ci mette un attimo a passare dall'indifferenza al rancore nei suoi confronti, ma certo la loro storia non può finire così.
Un'amicizia inaspettata che nasce da un'assurda premessa, un accordo che potrebbe portare solo guai e una storia d'amore che è una lenta e continua scoperta, tutta da vivere.

La prima cosa che c'è da dire su questo romanzo è che non è soltanto una storia d'amore tra due ragazzi, ma è una storia d'amore in tutte le sue sfaccettature.  Elisa ama profonfamente lo sport che pratica, ama moltissimo i cavalli e soprattutto Sparkle, un animale che è riuscita ad addestrare per essere un campione e con il quale ha un rapporto di grandissima fiducia.
E poi c'è la famiglia: ultima di quattro fratelli (Dante, Leone, Gabriele e Vittorio) ed orfana di entrambi i genitori, Elisa sa di poter contare soltanto su sé stessa e sui quattro uomini della sua vita.
E poi c'è Andrea, che le capita tra capo e collo. Non proprio, visto che lo conosce da dieci anni, ma dal trattamento indifferente che gli ha sempre riservato, deve necessariamente avercela con lui quando le porta via Sparkle.
Una storia fatta di sentimenti forti, insomma, che Bianca riesce a disegnare uno per uno con tutte le sfumature necessarie per colpire i suoi lettori. Quando si tratta di sentimenti, questa autrice non ha filtri, perché sa esattamente come raccontarli e come trasmetterli.

Elisa e Andrea sono due personaggi caratterialmente agli antipodi: lei è forte, indipendente, cinica e ribelle, mentre lui è composto, educato, gentile ed è davvero un bravo ragazzo.
Quando le loro strade si incrociano però cominciamo a scoprire anche altro di loro, attraverso nuovi equilibri e squilibri che si vengono a creare.

Anche questa volta sono rimasta attaccata alle pagine, curiosa come non mai di scoprire i risvolti di questa storia, quando in questo periodo faccio davvero molta fatica a leggere in generale.
Bianca è riuscita a conquistarmi ancora con i suoi personaggi (anche questa volta non esenti dalle mie immaginarie padellate), con le emozioni e ovviamente con la sua splendida penna, che sa rendere unica ogni storia.
E nonostante i cliché, nonostante siano "solo storie d'amore", finché Bianca continuerà a scriverne, io continuerò a leggerle.


Il mio voto per questo romanzo è di cinque riccetti!

lunedì 23 aprile 2018

Le Segnalazioni della Tana #22: "Né a Dio né al Diavolo" di Aislinn

Cari visitatori della Tana,
sono molto orgogliosa di prendere parte oggi al flash-mob organizzato da Gainsworth Publishing per rivelare la cover e la trama del nuovo romanzo di Aislinn, che uscirà in occasione del Salone del Libro (a Torino dal 10 al 14 Maggio).
Senza ulteriori indugi, quindi, parliamo di questo libro.


Né a Dio né al Diavolo
di Aislinn
Gainsworth
Disponibile dal 10 Maggio al Salone del Libro 

TRAMA
Biveno. “Capitale del nulla”. Sessantamila anime dimenticate da Dio ai piedi delle Alpi piemontesi. Da lì un giorno d’estate del 2010 parte una macchina diretta a un colossale festival metal in Germania, con a bordo il terzetto peggio assortito della storia: Ivan, senza lavoro ma con qualche segreto, depresso con l’orlo del baratro a portata di mano; Tom, idraulico per professione e giullare per vocazione, troppo abituato a fingere di essere un idiota; e il tizio silenzioso che tutti chiamano Lucifero, capelli lunghi e occhiali scuri d’ordinanza, vampiro da quasi quattrocento anni. E non serve a nulla che lui parli tranquillamente della sua vera natura, tanto nessuno ci crede, Tom meno di chiunque altro. Dovranno cominciare a balenare gli artigli e a scorrere il sangue perché i due ragazzi si rendano conto che frequentare un mostro non è innocuo come una canzone black metal. Men che meno un mostro che si trascina dietro amanti immortali, vendette secolari e una sete che nulla al mondo può spegnere. Ma le notti sono lunghe a Biveno, e c’è tempo per imparare...

Il sangue gli riempiva la gola. Inzuppava la paglia. Lui tremò, tremò più forte. Scivolò su un fianco. Il respiro era più faticoso. Un'ombra gelida sommerse la cella, lo strinse in un'ultima morsa. Era un buio aggressivo, eppure quasi rassicurante. Tutto scorreva via. Anche le parole si perdevano, e se pure avesse avuto ancora voce, le parole che gli rimanevano non le avrebbe rivolte né a Dio, né al Diavolo. La promessa che aveva infranto non l'aveva fatta nel loro nome. 

AISLINN
È nata a Biella nel 1982, ama scrivere ascoltando rock e metal e ha una passione inesauribile per la lettura. Nel 2013 ha pubblicato con Fabbri Editori il suo primo romanzo urban fantasy Angelize; nel 2014 è uscita la seconda e ultima parte della storia, Angelize II – Lucifer. Ha partecipato al romanzo storico In territorio nemico di Scrittura Industriale Collettiva (minimum fax, 2013) e a diverse antologie. Vive ad Arona, ma potreste incontrarla spesso anche a Milano; tiene corsi e workshop di scrittura, è traduttrice, editor e consulente editoriale per vari studi, agenzie e case editrici. Gestisce il blog http://aislinndreams.blogspot.it e pagine sui principali social network. Quando non è impegnata con tutte queste cose si aggira per i boschi cercando divinità, canta per la gioia dei vicini di casa e fa da schiava a due gatti.


E per oggi è tutto, lettori cari.
Sono sicura che molti di voi, come me, sono impazienti di leggere questo romanzo. Se sarete al Salone del Libro, troverete Gaisworth Publishing ed alcuni dei loro autori al Padiglione 2, stand H10.
Inoltre Sabato 12 Maggio presso lo Spazio Stock del Padiglione 5 alle 10:30 si terrà il dibattito "Mostri in ritardo. Perché in Italia l'Urban Fantasy non arriva?" a cui parteciperanno Aislinn, Luca Tarenzi, Helena Cornell e Julia Sienna. 

Alla prossima! 

lunedì 16 aprile 2018

Recensione di "La Briscola in cinque" (BarLume #1) - Marco Malvaldi

Cari visitatori della Tana,
oggi torno a recensire per parlarvi di un romanzo e di una serie che avrei voluto cominciare a leggere qualche tempo fa, ma alla quale sono arrivata soltanto di recente. Si tratta di La briscola in cinque, romanzo che inaugura la serie del BarLume di Marco Malvaldi.
Pubblicato da Sellerio nel 2007, il romanzo conta 163 pagine. Il prezzo è di € 12 per il cartaceo, mentre l'ebook costa € 6,99. Potete acquistare il romanzo su Amazon attraverso questo
link.


TRAMA
La rivalsa dei pensionati. Da un cassonetto dell'immondizia in un parcheggio periferico, sporge il cadavere di una ragazza giovanissima. Siamo in un paese della costa intorno a Livorno, l'immaginaria Pineta, "diventata località balneare di moda a tutti gli effetti, e quindi la Pro Loco sta inesorabilmente estinguendo le categorie dei vecchietti rivoltandogli contro l'architettura del paese: dove c'era il bar con le bocce hanno messo un discopub all'aperto, in pineta al posto del parco giochi per i nipoti si è materializzata una palestra da body-building all'aperto, e non si trova più una panchina, solo rastrelliere per le moto". L'omicidio ha l'ovvio aspetto di un brutto affare tra droga e sesso, anche a causa della licenziosa condotta che teneva la vittima, viziata figlia di buona famiglia. E i sospetti cadono su due amici della ragazzina nel giro delle discoteche. Ma caso vuole che, per amor di maldicenza e per ammazzare il tempo, sul delitto cominci a chiacchierare, discutere, contendere, litigare e infine indagare il gruppo dei vecchietti del BarLume e il suo barista. In realtà è quest'ultimo il vero svogliato investigatore. I pensionati fanno da apparato all'indagine, la discutono, la spogliano, la raffinano, passandola a un comico setaccio di irriverenze. Sicché, sotto all'intrigo giallo, spunta la vita di una provincia ricca, civile, dai modi spicci e dallo spirito iperbolico, che sopravvive testarda alla devastazione del consumismo turistico modellato dalla televisione.

LA MIA OPINIONE

Sono approdata alla lettura di questo romanzo in modo strano. Mi è capitato infatti di vedere per caso uno degli adattamenti televisivi dei romanzi della serie del BarLume verso la fine dell'anno scorso...e non mi era piaciuto per niente.
Curiosa di scoprire quanta differenza ci fosse tra la serie televisiva e quella dei romanzi, ho deciso di tuffarmi nella lettura di La briscola in cinque, primo romanzo di questa serie che dalle premesse sembra molto godibile.

Massimo è il barrista nonché proprietario del BarLume, centralissimo nell'immaginaria località marina di Pineta, in Toscana. L'uomo viene coinvolto per caso nel ritrovamento del cadavere di una ragazza dentro ad un cassonetto, che si scopre essere quello di una bellissima ragazza di una famiglia benestante.
Le indagini che seguiamo sono due: quella della polizia, condotte dal commissario Fusco, e quella di Ampelio, Pilade, Gino e Aldo, i vecchietti, clienti fissi del BarLume, che si improvvisano detective leggendo giornali e mettendo insieme le voci che corrono in paese e che seguono ovviamente un filone tutto loro.

Di questo romanzo posso dirvi che c'è un ottimo intreccio: il giallo è ben impostato, i sospetti su alcuni personaggi ben indirizzati e non mancano i colpi di scena. 
Lo stile, purtroppo, lascia un po' a desiderare. Si percepisce che all'epoca della stesura di questo romanzo la penna di Malvaldi era ancora acerba, tanto che lo stile risulta in alcuni tratti poco fluido e molto sintetico. 
Sicuramente quello che mi ha fatto apprezzare di più il romanzo sono i quattro vecchietti, detective per caso che tra un'intuizione e un colpo di fortuna forniscono a Massimo tutti gli indizi utili per scoprire chi ha ucciso la ragazza.  Al caro barrista basta solo metterli insieme e tirare le fila di una vicenda che, per essere un delitto avvenuto in un paesino, è abbastanza complicato.
I personaggi non sono approfonditi, ma sicuramente emergono le loro principali caratteristiche soprattutto attraverso i dialoghi ed i piccoli battibecchi.

Nel complesso ho trovato La briscola in cinque una lettura piacevole, che vi consiglio per l'estate (stagione nella quale per altro è ambientato il romanzo) per occupare qualche ora alla ricerca del colpevole, per nulla scontato, di questo delitto.

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

venerdì 13 aprile 2018

Friday News #128

Cari visitatori della Tana,
oggi torna la rubrica dedicata alle news della settimana, come sempre ricca di notizie interessanti. Pronti a scoprire le ultime dal mondo dei libri?

Cover reveals;


  • Torna nelle librerie italiane anche E. Lockhart, già autrice de L'estate dei segreti perduti, con L'amica perfetta, in uscita per DeAgostini il prossimo 8 Maggio;
  • Nuova cover e nuovo titolo in vista dell'uscita del film per il romanzo di Becky Albertalli, che da Non so chi sei, ma o sono qui diventa Tuo, Simon, in uscita prossimamente per Mondadori in brossura.
  • Questa settimana è stata rivelata in anteprima sul sito EW.com la cover di Impostors, nuovo romanzo di Scott Westerfeld, primo volume della serie spin-off di Uglies.
    Potete inoltre leggerne un estratto QUI;
  • Iron Flowers di Tracy Banghart esce il 29 Maggio per DeAgostini;
Novità sugli adattamenti;
  • Fandom di Anna Day diventerà una serie TV. I diritti per la produzione di un adattamento televisivo del romanzo sono stati acquisiti da Fox 21 Television Studios e ad occuparsi dello sviluppo del progetto sarà Ileen Maisel, come riferito da questo articolo su deadline.com;
  • Il film Every Day, basato sul romanzo omonimo di David Levithan, uscirà in Italia il prossimo 14 Giugno;
  • L'uscita di Tuo, Simon, tratto dal romanzo di Becky Albertalli, è stata anticipata al 31 Maggio per le sale italiane.
Prossime uscite in Italia; 
  • Multiplayer pubblicherà a Maggio Il Marciume, secondo volume della serie Raven Rings di Siri Pettersen;
  • Nel mese di Luglio dovrebbe uscite per DeAgostini L'eredità di mezzanotte, secondo romanzo della serie The Hawkweed Prophecy;
  • Nuovo romanzo in arrivo per Kathy Reichs nella serie di Tempe Brennan: La Cospirazione delle Ossa esce a Luglio per Rizzoli;
  • In uscita a Settembre per HarperCollins c'è un romanzo molto interessante di Kiersen White, La buia discesa di Elizabeth Frankenstein, retelling del famoso romanzo di Mary Shelley;
  • Sul sito LaFelrinelli.it è apparsa una data di uscita del primo volume della serie The Darkest Minds di Alexandra Bracken, segnata per il 4 Settembre;

E per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!

martedì 10 aprile 2018

Le segnalazioni della Tana #21: "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero

Cari visitatori della Tana,
cominciamo la settimana con la segnalazione di un romanzo attesissimo - soprattutto da parte mia.
Senza indugi quindi, vi presento il libro.


Un altro giorno ancora
di Bianca Marconero
Newton Compton
320 pagine
€ 3,99 - ebook (in promo pre-order a  € 1,99)
€ 6,90 - cartaceo


TRAMA
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.


Che Bianca sia una delle mie autrici preferite non è più un mistero. La seguo ormai dall'uscita del primo volume della serie Albion e sono davvero entusiasta di poter leggere questo suo nuovo lavoro.


Per oggi è tutto, lettori cari.
Alla prossima!